Comunicazione Importante

Il Blog Welcome to the Jungle continuerà ad esistere in questo link, ma la maggior parte delle news, dei rumors, dei risultati e delle interviste verrà direttamente indirizzato verso la pagina twitter ufficiale di questo blog https://twitter.com/#!/CelticsJungle! Questo spazio resterà più legato ad approfondimenti o a pensieri sparsi (Celtics) dal preciso taglio editoriale. A presto, e ovviamente Let’s Go Celtics!

Posted in News | Leave a comment

Jermaine O’Neal out per il resto della stagione

Ora è ufficiale: dopo aver person Wilcox per problemi al cuore, arriva la conferma che JO resterà fuori, di sicuro, fino alla fine della stagione. Ecco la news in questione riportata su ESPN Boston: Boston Celtics center Jermaine O’Neal will undergo season-ending surgery on his ailing left wrist, ending his time with the team — and maybe his career — after two injury-plagued seasons in Boston. The Celtics announced Monday night that O’Neal has a chronic degenerative wrist condition that was exacerbated by a fall during a game against the Dallas Mavericks on Feb. 20. The wrist has not responded to immobilization and physical therapy, and the decision was made to proceed with surgery. “Jermaine worked hard to get himself in condition to play this season despite his ongoing wrist issues,” Celtics president of basketball operations Danny Ainge said. “He played through pain the entire year and gave us all he could, but unfortunately after the fall against Dallas there simply wasn’t anything else he could do. We appreciate his contributions to our team over the last two years.”

Posted in News | Tagged , | Leave a comment

RS#45: Celtics 79, Hawks 76

Serata al cardiopalma servita su di un piatto d’argento. Dopo un primo tempo apatico, chiuso sotto di 1 (51 a 50) soprattutto grazie alla tripla miracolosa, allo scadere, di He Got Game, i Celtics cominciano a giocare duro e a difendere come sanno – in una partita che definire a percentuali basse è quasi un eufemismo – il che porta per inerzia ad un parziale di 13-0 devastante dei nostri verdi a cavallo tra il terzo ed il quarto periodo. I ragazzi di Doc Rivers così dal -1 passeranno al +15, sfoggiando per larghi tratti del secondo tempo una pallacanestro ancestrale e sofisticata, che mancava da qualche mese (anzi anno) dalle parti del TD Garden. Il problema è che questa pallacanestro si manifesta al massimo per 15 minuti, e sul più bello Atlanta comincia a rientrare di prepotenza, un po’ per merito di alcune triple senza senso, scriteriate e allo stesso tempo fortunate di Joe Johnson; un po’ perché a forza di amministrare il vantaggio i Celtics rischiano di buttare la vittoria nel ‘gabinetto’, ricordando leggermente quei vecchi pugili che fanno terribilmente fatica quando si tratta di chiudere il conto. Alla fine però il pericolo viene scongiurato nella semi-lotteria dei liberi, ed il trifoglio vola alto nel cielo di Atlanta. Statistiche alla mano i C’s tirano un pochino meglio degli Hawks (39% da due, 37% da tre, rispetto al  38% e 33% degli avversari). Boston resiste infine a rimbalzo (45-40), vince negli assist (21-15) e addirittura stoppa per ben 6 volte gente come Pachulia, Smith e compagnia cantante. Tra i singoli: 19 splendidi punti per Ray Allen; 10 punti 13 assist e 6 palle rubate invece per un Rondo concreto e frizzante. Dalla parte opposta invece troviamo un PP usato con il contagocce che scrive 13 punti in 27 minuti; ed un Garnett MVP silente con 16 punti, 8 rimbalzi, 3 assist ed 1 palla recuperata. Chiude uno stellare Pietrus, che dalla panca con 27 minuti a disposizione piazza 3 triple mortifere che fanno molto male alla difesa Hawks.

Posted in Regular Season | Tagged , | Leave a comment

RS#44: Celtics 91, Nuggets 98

Secondo pugno in faccia, dopo la disfatta di Sacramento. Boston va sotto pesantemente, rimonta, ed infine cede il passo per 98 a 91, ai Denver Nuggets di Danilo Gallinari – per lui 20 punti, 5 rimbalzi e 3 assist. I Celtics vengono come al solito sovrastati a rimbalzo (46 a 27), inoltre tirando con il 20% da tre di sicuro non hanno alimentato a sufficienza la candela della speranza. Kevin Garnett e Paul Pierce hanno provato a trascinare il gruppo alla loro maniera: 22 punti a testa, 9 rimbalzi per KG, 3 assist e 3 rimbalzi per Pierce; ma il fatturato totale è stato troppo basso per ribattere colpo su colpo alla produzione offensiva di Denver. Faried è l’MVP assoluto con 18 punti, 16 rimbalzi ed il 100% dal campo. Ray Allen e Brandon Bass invece sono spettri che vagano per il parquet, e alla lunga Boston ha finito per pagare cara la cosa. Rondo ha scritto 12 punti e 16 assist, numeri più che discreti, ma niente di più, poco da aggiungere. La situazione in generale è complicata, soprattutto senza un lungo titolare di ruolo, che continua chiaramente a mancare (JO e Wilcox saranno OUT fino alla fine della stagione). La panca purtroppo è desolante e se Pietrus si imbatte, pure lui, in una serata NO allora per Doc non c’è altra soluzione che spremere i titolari fino allo sfinimento. Ci attendono 30 giorni infuocati, poi non dite che non vi ho avvertito.

Posted in Regular Season | Tagged , | Leave a comment

RS#43: Celtics 95, Kings 120

I Celtics frenano di brutto, e vanno a perdere una pesante partita in casa dei Kings, mentre stanotte andranno a testare i rinnovati Nuggets che hanno preso McGee in cambio di Nene. Dalla partita traspare che i C’s hanno provato ad ottenere il massimo, spremendosi il minimo, e si sa che in NBA questo ragionamento poche volte viene premiato. Ne esce fuori così un primo, terzo e quarto periodo da film dell’orrore, con 19 palle perse totali, il 31% al tiro da 3, ed una lotta a rimbalzo persa 45 a 28. I numeri dei singoli sono altrettanto impietosi. Cousins (elogiato da Garnett: “Man, you know, he’s crafty,” Garnett said of Cousins. “He’s better. His antics and all that stuff, that come with him, it’s just part of the game. He was aggressive, he got looks with being aggressive. The times when he had a chance to score, he took advantage of them”) ne scrive 20 + 7 rimbalzi, Thornton ne aggiunge ben 36, mentre Thompson raccoglie 21 punti e 15 rimbalzi.

Boston – escluso Ray Allen con 26 punti e 5 triple – non ha armi sufficienti per rispondere, e dunque il naufragar non è molto dolce in questo mar. Rondo piazza 12 assist, ma i punti sono 4. Pierce si fa male alla caviglia (in dubbio per stanotte contro Denver) e la sua produzione offensiva si ferma a soli 19 punti. In chiusura KG e Bass. Il primo si ferma a 10 punti e 9 rimbalzi, il secondo invece va per i 16 punti in 32 minuti, ma non sono abbastanza, visto che nel pitturato pare soffrire in maniera devastante la fisicità degli avversari. La panchina? Meglio stendere un velo pietoso. Una L – in definitiva – che non ci voleva, visto che New York è in ripresa, e visto che Philadelphia continua a rallentare la sua corsa.

Posted in Regular Season | Tagged , | Leave a comment